INFORTUNI SUL LAVORO
MALASANITÁ
RISARCIMENTO DANNI GRAVI E MORTALI
SINISTRI STRADALI
ANATOCISMO BANCARIO E USURA

Frequently Asked Questions - News

FAQs - News

Il contestato emendamento collegato al decreto liberalizzazioni pone come requisito, per poter essere risarciti congruamente, la dimostrabilità oggettiva, con una chiusura più serrata sul risarcimento;quindi l’utente si tiene il male e la beffa.

NULLA DI PIU’ FALSO! … in realtà nulla è cambiato rispetto a prima solo che attualmente è necessario dimostrare strumentalmente la lesione, infatti il “COLPO DI FRUSTA” è una patologia reale e oggettivamente dimostrabile che porta ad una invalidità permanente e come tale risarcibile.

Importante quindi è la corretta gestione del sinistro senza commettere l’errore del fai da te. Inutile dirvi che i cavilli assicurativi sono tantissimi e non è cosi scontato e semplice ottenere il massimo del risarcimento dal soggetto liquidatore.

Ecco perché vale la pena rivolgersi ad un professionista.

Con la prossima legge di stabilità saranno stanziati 100 milioni di euro per gli indennizzi in favore dei cittadini infettati da emoderivati, trasfusioni e vaccinazioni. Lo ha annunciato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, rispondendo a un question time alla Camera. «È necessario reperire ulteriori risorse per garantire il pagamento degli arretrati agli aventi diritto – ha spiegato il ministro -. Il Ministero della Salute ha stimato in circa 100 milioni di euro tale nuova esigenza finanziaria e intende avviare un’iniziativa necessaria affinché in tale legge sia introdotta una specifica disposizione idonea a garantire l’esecuzione della sentenza della Corte Europea».
La questione era stata sollevata infatti dalla Corte dei Diritti Umani di Strasburgo, che ha condannato l’Italia a pagare la rivalutazione dell’indennità percepita per la contaminazione subita attraverso trasfusioni di sangue o di somministrazione di derivati infetti.

La sentenza 469/2009, stabilita dalla Cassazione, sancisce che non solo il risarcimento di un danno morale diretto debba essere integrale (quindi non simbolico), ma anche che debba essere commisurato alla lesione riportata e sia altresì da versare a chi è obbligato al “sacrificio all’assistenza”. In altre parole, anche i genitori di bambini nati con gravi lesioni a causa di errori medici hanno diritto ad un totale risarcimento del danno morale subito: l’assistenza ad un soggetto macroleso, infatti, comporta necessariamente un sacrificio della propria esistenza e ciò determina il diritto ad un risarcimento per errori medici  parametrato alla lesione subita dal neonato. 

Oltre a ribadire il diritto dei familiari delle vittime della strada al risarcimento del danno per incidenti stradali in caso di morte del congiunto, la Cassazione ha operato, in linea con le Sezioni Unite (1 luglio 2009 n 15376), una equiparazione tra la vittima diretta dell’incidente ed i suoi più stretti congiunti: la “persona danneggiata” non è solo chi muore a seguito di incidenti stradali, ma anche tutti i suoi familiari, che, come la persona direttamente coinvolta nell’incidente, hanno diritto al risarcimento del danno materiale, biologico e morale.

La questione assume rilevanza in relazione alle vertenze in cui è coinvolto il Fondo di garanzia, laddove si fa riferimento a un massimale di legge per ogni persona danneggiata.

Il giudice ha dato ragione all'imputato che si è difeso sostenendo di aver fumato uno spinello la settimana prima.

Alcune perplessità dell'Asaps sulla decisione del giudice del Tribunale di Cesena, che ha assolto un automobilista coinvolto in un incidente stradale nel 2007. Durante gli esame del sangue di prassi, l'uomo risulta positivo alla cannabis, ma gli esami non indicarono la quantità di questa assunzione. Non potendo quantificare, il giudice non aveva a disposizione una prova certa, visto che se le tracce dell'assunzione di cannabis restano a lungo, gli effetti invece svaniscono in poche ore. Questa interpretazione senza dubbio tutela l'imputato, ma non le possibili vittime!!

Contatti

TOP Risarcimenti
presso  BTWM & Partners
Galleria San Babila, 4/C
20122 Milano
Tel.: 800 034 593
studio@toprisarcimenti.it

Partners

Follow us

Chiama subito

TOP Risarcimenti

TOP RISARCIMENTI di Cristiano Boscolo partita IVA 03030730273 - Privacy Policy

The Best United Kingdom Bookmaker lbetting.co.uk Ladbrokes website review

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.